Lite tra Twitter e TechCrunch per la pubblicazione di documenti riservati

Dopo la diatriba di qualche tempo fa tra Last.fm e TechCrunch, il blog americano torna stavolta a beccarsi addirittura con Twitter dopo aver pubblicato alcuni documenti riservati del social network.

Nel rendere pubblico il materiale TechCrunch aveva affermato di aver ricevuto da Twitter il benestare per la pubblicazione, nonostante la cosa non andasse proprio a genio ai vertici della piattaforma di microblogging. Dopo poco però Twitter ha risposto negando il tutto e affermando anzi che "la pubblicazione di documenti rubati è irresponsabile e non abbiamo mai dato il permesso di condividerli".

Risposta alla quale ha fatto eco anche il CEO Evan Williams dal suo account pubblicato il tweet che vedete qui sopra, dal quale si capisce chiaramente la posizione contrastante sul presunto permesso dato a TechCrunch per la pubblicazione dei documenti. Chi dice il falso?

Via | Bits

  • shares
  • +1
  • Mail