LinkedIn introduce il blocco degli utenti indesiderati

Scritto da: -

Ecco una serie di funzioni appena introdotte da LinkedIn, in lenta e costante crescita.

La piaga dello spam riguarda tutti i social network, nessuno escluso. Anche LinkedIn, la piattaforma sociale dedicata al mondo del lavoro che vi permette di realizzare una sorta di vero e proprio curriculum vitae, ne sa qualcosa e dopo le numerose richieste degli utenti ha deciso di introdurre una funzione che negli altri social network è presente fin dagli inizi: il blocco degli utenti.

Al pari di quanto accade già su Facebook, Twitter o Google+, da oggi anche gli utenti di LinkedIn potranno segnalare i profili che generano spam, riportano contenuti inadatti o che più semplicemente si vuol bloccare per un qualunque motivo.

Per farlo è sufficiente visitare il profilo in questione, selezionare il menu a tendina vicino a Invia un messaggio e scegliere l’ultima voce, Blocca o segnala. Ancora un click e il gioco è fatto: quell’utente non riuscirà più a vedere il vostro profilo e quindi a contattarvi. Sarà, per lui, come se voi non vi foste mai iscritti a LinkedIn.

A questa funzione si aggiungono altre novità appena introdotte, come la possibilità di eliminare tutte le connessioni create in un solo click, personalizzare la visibilità del proprio profilo (ed escluderlo quindi dall’indicizzazione dei motori di ricerca) e fare lo stesso con l’immagine del profilo e, ancora, decidere cosa mostrare del vostro profilo a una determinata tipologia di utenti.


Insomma, LinkedIn cresce e si migliora giorno dopo giorno, anche se in tanti continuano a mettere in dubbio la sua utilità. E voi, siete utenti di LinkedIn?

Via | LinkedIn

Vota l'articolo:
3.30 su 5.00 basato su 33 voti.