Facebook ha comprato WhatsApp

Facebook fa sua WhatsApp, per un totale di 16 miliardi di dollari.

Aggiornamento 23.20: Mark Zuckeberg ha confermato l’acquisizione di Whatsapp con un lungo post sul suo profilo ufficiale di Facebook:

Sono contento di annunciare che abbiamo accettato di acquisire Whatsapp e che il suo intero team si unirà a Facebook. La nostra missione è quella di rendere il Mondo più aperto e connesso. Lo facciamo costruendo servizi che aiutano le persone a condividere ogni tipo di contenuto col gruppo di persone che vogliono. Whatsapp ci aiuterà a fare tutto questo continuando a sviluppare un servizio che gli utenti di tutto il Mondo amano utilizzare ogni giorno.

Poi la conferma che tutti stavamo aspettando, la risposta a una domanda più che legittima quando ci si trova di fronte a un’acquisizione di questo tipo. Che ne sarà di Whatsapp? Potremo continuare a utilizzare come abbiamo fatto finora?

Whatsapp continuerà ad operare indipendentemente da Facebook. La roadmap del prodotto resterà invariata e il team rimarrà a Mountain View. Nel corso dei prossimi anni lavoreremo sodo per aiutare Whatsapp a crescere e connettere il Mondo intero.






 

E’ evidente che, visto il bacino di utenti di Whatsapp - oltre 400 milioni di utenti attivi su base mensile al dicembre scorso - il suo destino non avrà nulla a che vedere con quello di Beluga, servizio di messaggistica acquisito da Facebook nel 2011, fatto confluire in Messenger e infine chiuso. Quindi, utenti di Whatsapp, non avete nulla da temere.

(Aggiornamento a cura di Daniele Particelli)

whatsapp

Con un documento inviato alla Securities and Exchange Commission, pubblicato anche su Internet, Facebook ha annunciato l'operazione d'acquisto di WhatsApp, per una cifra che si aggira intorno ai 16 miliardi di dollari. Di questi, 4 miliardi saranno versati in contanti, più 12 miliardi in azioni di Facebook e altri 3 miliardi destinati agli impiegati, mentre il fondatore di WhatsApp Jan Koum entrerà nel consiglio d'amministrazione di Facebook.

Dal suo lancio nel 2009, WhatsApp è diventata l'applicazione di riferimento nel mercato alternativo agli SMS, affermandosi anche a discapito di altri messenger come quello realizzato dallo stesso social network di Mark Zuckerberg: la possibilità di un'acquisizione da parte di Facebook non è di certo una novità, ma inevitabilmente l'operazione è destinata a fare scalpore.

Resta a questo punto da vedere che cosa Facebook intenderà fare dell'app mobile di WhatsApp, disponibile per iOS e Android ma non per il mercato desktop, da sempre rifiutato. Probabile che in quel di Palo Alto vogliano integrare la propria base di utenti con quella che WhatsApp ha contato qualche tempo fa in 400 milioni di persone, che ogni giorno si scambiano messaggi.

Via | Macrumors.com

  • shares
  • +1
  • Mail
1 commenti Aggiorna
Ordina: