Microsoft paga gli utenti iOS e Android per far utilizzare Bing?

Microsoft offre crediti in denaro agli utenti iOS e Android che usano Bing

Microsoft continua a insistere con Bing, ma non ha capito che il troppo storpia e che, se la speranza è l'ultima a morire, chi di speranza vive disperato muore: abbiamo appreso dalla stampa internazionale che il colosso di Redmond starebbe facendo il possibile per recuperare quote rispetto a Google, anche ricorrendo a stratagemmi tutt'altro che lodevoli.

Molti siti riportano, in particolare, che la compagnia ha iniziato a pagare anche gli utenti Android e iOS per spingerli a usare Bing: una situazione molto simile a quella del terzo trimestre 2010, quando fu lanciato il cosiddetto Bing Rewards, che consisteva nel pagare gli utenti Bing con una gift card o con donazioni in denaro; lo stesso potrebbe succedere oggi a qualcuno dei più fortunati: in base alle ricerche effettuate sul motore di ricerca, Microsoft premierà l'utenza.

Al momento non sappiamo se Microsoft abbia iniziato a pagare qualcuno; è certo, però, che il progetto esista e che Microsoft sia intenzionato a portarlo avanti, perché proprio sul sito ufficiale di Bing sono stati inseriti tutti i dettagli: aderendo all'iniziativa da Android o iOS, si accederà a una sorta di interfaccia di ricerca che permetterà di registrare i crediti e di visualizzare anche quelli ottenuti fino a un determinato momento.

L'idea potrebbe rivelarsi vincente, visto che Microsoft non solo offre un servizio - che, però, vede in Google il più grande dei rivali - ma lo fa anche pagando chi lo utilizza: fa ridere come situazione, ma è proprio così. Riuscirà la compagnia a rilanciare Bing o sarà l'ennesimo buco nell'acqua?

Via | Sito ufficiale Bing

  • shares
  • +1
  • Mail