Capodanno Cinese in un Google Doodle animato (ma non compare da noi)

Google dedica un piccolo, colorato Doodle animato al Capodanno Cinese. Vediamo assieme che cosa significa!

Oggi è il capodanno cinese e Google ha deciso di celebrarlo con un Google Doodle animato. Inutile andarlo a cercare sulla nostra homepage Google.it, è stato diffuso solo in Oriente e nei paesi in cui c'è una grossa percentuale di cittadini o immigrati di etnia cinese, come Australia e Thailandia.

Se ve lo state chiedendo, quello che inizierà domani 31 gennaio 2014 è l’Anno del Cavallo, e il motore di ricerca ha scelto di rappresentarlo con una ragazzina a cavallo di un cavalluccio a dondolo, seguita da un bambino con le tipiche lanterne e una fila di rumorosi mortaretti, due simboli tradizionali di questi festeggiamenti.

L’anno che oggi finisce è l’Anno del Serpente, che precede il cavallo perché nella mitica corsa dei segni zodiacali cinesi questo rettile strisciante ha barato, aggrappandosi ad uno zoccolo del cavallo con il suo potente morso, solo per saltargli avanti e tagliare prima il traguardo.

L’oroscopo cinese


In cinese la parola usata si scrive Shēngxiào, e vuol dire “somiglianza di nascita”. Come tutto quello che riguarda la tradizione della Cina, è una credenza rigidamente strutturata e ben organizzata, che presagisce a un piano celeste sistematico per la vita di ognuno nato sotto alle stesse stelle.

I segni dell’oroscopo cinese sono 12, e si alternano a rotazione in un ciclo immutabile secondo l’elaborato calendario lunisolare cinese.

L’anno del Cavallo


Le persone che nasceranno tra il 31 gennaio 2014 e il 18 febbraio 2015 saranno collegate all’elemento tradizionale cinese del legno, saranno degli ingegnosi comunicatori, capaci di sforzi immani per migliorare se stessi, colmi di energia, intelligenti e capaci.

Le loro debolezze saranno una certa superficialità, impazienza e troveranno il pessimismo nel fallimento - e avranno un caratteraccio poco invidiabile.

I “cavalli” saranno comunque in buona compagnia: Isaac Newton, Gengis Khan e Rembrandt erano dello stesso segno.

Anche io sono nato sotto al segno del Cavallo, ma personalmente non mi fido molto delle stelle, né quelle Occidentali né quelle Orientali - ci vuole poco a capire che i loro “profili personali” sono tanto vaghi da descrivere una persona qualunque.

  • shares
  • +1
  • Mail
1 commenti Aggiorna
Ordina: