Prince chiede 1 milione di dollari di risarcimento a 22 fan

Un link al bootleg di un concerto di Prince potrebbe costare caro ad alcuni fan del cantante, che ha chiesto 1 milione di risarcimento.

Dopo aver decretato la fine di Internet nel 2010, il cantante Prince deve essersi accorto che c'è ancora qualcuno che continua a usare la rete: da lui è infatti partita una nuova causa legale nei confronti di 22 fan, rei a suo dire di aver postato link a bootleg dei concerti dal vivo.

Nel nuovo procedimento legale, Prince ha chiesto a tutte queste persone la bellezza di 1 milione di dollari, come risarcimento per la pubblicazione di contenuti da lui non autorizzati: andando un po' nel dettaglio, la situazione appare incredibilmente surreale, visto che ci si rende conto che non si tratta in realtà di fan che hanno in qualche modo messo online i bootleg, ma semplicemente linkato sul proprio account Facebook o sulla piattaforma Blogger i siti che ospitavano i brani.

Techdirt mette anche in dubbio la credibilità dell'avvocato scelto da Prince, tale Rhonda Trotter secondo cui il reato commesso dai fan ricadrebbe nella violazione diretta di copyright: in realtà, trattandosi di collegamenti a piattaforme esterne, i link costituiscono al limite una violazione indiretta, così come già stabilito da diversi giudici prima d'ora.

Anche la cifra di un milione richiesta a tutti i 22 fan sembra essere completamente al di fuori di quanto consentito dalla legge, che prevede la distinzione tra danni reali e danni stabiliti appunto da essa: in quest'ultimo caso, il risarcimento va da 750 dollari a 150.000 dollari, cifre ben lontane da quanto stabilito (chissà come) da Trotter.

Al di là di tutte le possibili considerazioni "tecniche" legate agli aspetti legali, c'è sicuramente anche quella legata al tipo di reato contestato ai 22 fan. La presenza di bootleg in rete è ormai una prassi consolidata già da anni, spesso a simboleggiare l'amore che viene riposto da molte persone nel lavoro di determinati cantanti o band. Il fatto che Prince chieda danni anche per tutto questo sembra un clamoroso autogol.

  • shares
  • +1
  • Mail