Twitter lascia trapelare dettagli sulla sua monetizzazione


Era ora che Twitter annunciasse ufficialmente qualche dettaglio concreto sul suo piano di monetizzazione. Non che i suoi fan e utilizzatori ne avessero qualche bisogno: magari più che altro come forma di rispetto nei confronti degli investitori che, giustificatamente, per carità, hanno espresso per anni fiducia nei suoi sviluppattori e gestori.

Durante un'intervista con Bloomberg, Biz Stone, fra i fondatori di Twitter, in cui è stato lasciato trapelare chiaramente che i primi esperimenti per ottenere una base di revenue dal successo che ha reso Twitter, con ogni probabilità, il secondo social network al mondo dopo Facebook, saranno basati sulla collaborazione con due grandi catene nel settore alimentare: Starbucks e Whole Foods.

Altri dettagli non ce ne sono, ma è probabile che si tratterà in qualche modo di "regolarizzare" le attività virali che si potranno svolgere su Twitter da parte di brand come questi. Non dimentichiamo che la prima grande campagna via Twitter organizzata proprio da Starbucks, ad esempio, fu velocemente boicottata da migliaia di utenti che cominciarono a postare altrettante foto di sé, in posa davanti alle vetrine della catena di ristorazione, con in mano un cartello con su scritto che Starbucks fosse contro i sindacati.

Via | TwitTown

  • shares
  • +1
  • Mail