Google compra DeepMind, startup per l'intelligenza artificiale

Google acquisisce startup dedicata alla neuroscienza e allo sviluppo di software collegati alle intelligenze artificiali.

deepmind

Google sborserà 400 milioni di dollari per acquistare DeepMind, una startup londinese dedicata alla ricerca sull’intelligenza artificiale. Questa startup, di dimensioni tutto sommato modeste, è abbastanza riservata sui propri scopi e sulle sue attività, e sappiamo che è stata fondata dal neuroscienziato Demis Hassabis assieme ai colleghi Shane Legg e Mustafa Suleyman.

Secondo Re/code, non si tratta dell’acquisizione di un’idea o di un prodotto, ma piuttosto una forma di reclutamento di alcuni talenti in questo campo della scienza. Demis Hassabis, classe 1976, è un appassionato di videogame e ha sviluppato alcune delle idee più originali nel campo, come l’intelligenza artificiale del primo Black And White - ma ha almeno temporaneamente abbandonato questa prima passione per dedicarsi alle neuroscienze e al lungo, imprevedibile percorso che è lo studio dell’intelligenza artificiale.

Che cosa fa DeepMind esattamente?


DeepMind è rimasta molto silenziosa per quello che riguarda la tecnologia consumer. Sappiamo però che ha fatto a sua volta una “campagna acquisti” molto aggressiva nel piccolo mondo degli scienziati che studiano le AI, assicurandosi un team di circa 50 persone e almeno 50 milioni di dollari in fondi per la ricerca.

Se conosciamo bene Google, è molto probabile che questa acquisizione sia una forma esplicita e diretta di funding volto a promuovere il lavoro che DeepMind sta già facendo, ma anche una maniera per stimolare la startup a uscire allo scoperto. Sappiamo anche che Google ha sconfitto Facebook e i cinesi di Baidu per questa acquisizione: ergo non è il caso di pensare a dei robot umanoidi, è più probabile che DeepMind stia lavorando a algoritmi smart per facilitare il lavoro dei search engine.

La modesta landing page dell'azienda in effetti parla di e-commerce, simulazioni e giochi come focus dello sviluppo.

  • shares
  • +1
  • Mail