Google, cambiata la pagina risultati negli USA: maggiori informazioni sulle fonti

Ecco come è cambiata la pagina di ricerca Google

pagina di risultati

Ancora cambiamenti in casa Google, e questa volta riguardano la pagina restituita dal motore di ricerca, la SERP, per i più esperti. Non abbiamo ancora molte informazioni a tal proposito, ma, avendo visto cosa è successo realmente, pare chiaro l'obiettivo dell'azienda: ridurre la mole di informazioni inutili, approfondire quelle utili e passare, possibilmente, a un'interfaccia ancor più intuitiva e bella esteticamente (non che ci interessi qualcosa, visto che per noi la pagina dei risultati andrebbe benissimo così, se non fosse per alcuni errori clamorosi dell'algoritmo che c'è alla base di tutto).

“Quando cerchi il risultato di ricerca per te – che si tratti di qualcosa riguardante la Guerra Civile Americana o il mal di schiena – vuoi anche sapere da dove provengono i risultati proposti - questo, quanto si legge nell'annuncio ufficiale di Google -. Per aiutarti a saperne di più sui siti web che trovi nei tuoi risultati di ricerca, a partire da oggi potresti ottenere maggiori informazioni su di essi direttamente sulla pagina dei risultati, quando compi ricerche dal tuo desktop".

Il cambiamento è presto spiegato: accanto alla URL di colore verde comparirà una scritta in grigio con il nome della pagina; cliccandoci sopra, potranno essere lette parecchie informazioni sulla fonte (per esempio, anche la data di fondazione del sito) in una finestra pop-up. Le funzionalità - fa sapere Google - saranno disponibili soltanto per le pagine web più conosciute e importanti: non per tutte, e comunque per il momento solo negli USA.

La trovata di Google non ci cambia certo la vita, ma è comunque da apprezzare: l'utente potrebbe così imparare a scegliere le fonti corrette, saltando a piè pari tutte le altre (di cui non facciamo nomi, anche se il web - come ben sapete - ne è pieno).

Via | Mytech.panorama.it

  • shares
  • +1
  • Mail