Google, una lente a contatto per combattere il diabete

Le lenti a contatto potrebbero includere anche un sistema di luci LED, in grado di segnalare l'alto livello di zucchero.

lente-a-contatto-google-diabete

Oltre a Google Glass, presso l'azienda di Mountain View ci sono in sviluppo anche delle lenti a contatto, ma per esse lo scopo è completamente differente. In questo caso, infatti, gli scopi sono puramente medici, visto che tali lenti permetterebbero di controllare il livello di glucosio nel sangue, dando così una mano ai soggetti diabetici nel monitorare gli sbalzi di tale valore causati dalla malattia.

Nonostante ci siano ormai dei sensori da inserire sottopelle, la maggior parte delle persone affette da diabete si trova a dover pungere il proprio dito durante la giornata, per prelevare una goccia di sangue dalla quale controllare il livello di glucosio: le ricerche per una fonte "alternativa" avrebbero individuato proprio le lacrime come possibile campione per effettuare lo stesso tipo di operazione.

Google[x], struttura "segreta" del colosso informatico, ha deciso di applicare la propria tecnologia alla risoluzione del problema, studiando la possibilità di creare un sistema composto elementi così sottili, da poter entrare all'interno del doppio strato della speciale lente a contatto. Attualmente in fase di test, la smartlens permetterebbe dunque di controllare il livello di zuccheri, grazie alla presenza di un'antenna più sottile di un capello e da chip e sensori così piccoli da sembrare brillantini.

Mentre il prossimo passo potrebbe vedere, secondo Google, l'inclusione di un sistema di luci LED in grado di segnalare direttamente alla vista di chi porta le lenti un livello alto di zucchero, l'azienda di Mountain View sta attualmente discutendo l'argomento con la Food and Drug Administration, ente governativo statunitense che si occupa della regolamentazione dei prodotti alimentari e farmaceutici.

Via | Google Blog

  • shares
  • +1
  • Mail