Un bug di Twitter mette a serio rischio il funzionamento delle applicazioni di terze parti

Un bug di Twitter mette a serio rischio il funzionamento delle applicazioni di terze parti

2.147.483.648. Mai un numero ha preoccupato i gestori di un social network, e stiamo parlando di uno dei più grandi al mondo, ovvero Twitter. Cosa si nasconde dietro questo numero e dietro al sito Twitpocalypse?

Un bug, che secondo i gestori del sito, è simile al Millennium bug, ovvero si basa su un limite della capacità di trattamento dei dati. In pratica su Twitter ogni messaggi è identificato da un valore intero. L'intervallo di valori interi che è possibile memorizzare in 32 bit parte da 0 fino a 4294967295, o da -2147483648 fino a 2147483647 usando la codifica complemento a due (fonte: Wikipedia).

Si tratta di un enorme valore, ma data la crescente popolarità di Twitter, questo numero si sta avvicinando al suo limite, e l'arrivo è previsto il 13 giugno 2009.

Gli sviluppatori di terze parti potrebbero ritrovarsi con una serie di problemi e di strani errori. Probabilmente non ci sarà nessun problema per Twitter, ma lo stesso non sarà per una serie di applicazioni che ne sfruttano le API.

Ma i problemi non finiscono qui. Se anche questo bug verrà corretto, un altro ostacolo potrebbe comparire in futuro, ovvero il limite del campo BIGINT del database MySQL, che è 18.446.744.073.709.551.615. E' come se ogni abitante della Terra (e siamo 6.8 miliardi di persone) pubblicasse su Twitter 2.7 miliardi di post su Twitter.

Twitter è davvero un fenomeno in continua crescita, ma probabilmente questo secondo bug è troppo lontano per verificarsi.

Via | Blog.programmableweb.com

  • shares
  • +1
  • Mail