Unchecky, mai più installare crapware per sbaglio

Unchecky è una salvaguardia contro un problema familiare: siete stufi di vedere search bar e installazioni random comparire quando vi dimenticare di levare il check per i maledetti "bundleware" quando fate il setup di alcune app?

Unchecky è una piccola app gratuita per Windows che risolve un problema ricorrente quanto fastidioso. Quello del “crapware” (o per meglio dire in questo caso: bundleware) che alcuni sviluppatori software senza troppi scrupoli vorrebbero farci installare assieme al loro programma.

Intendiamoci bene: sono convinto che uno sviluppatore di app debba guadagnarsi il pane esattamente come qualsiasi altro lavoratore, quindi non ho nulla in contrario a spendere qualche euro per un’app che mi serve, specie oggi che acquistare da uno store diventa sempre più comune. Cercare invece di ottenere questi soldi facendosi pagare da terzi per cercare di convincerci a installare un’altra app pesante e inutile è invece una tattica detestabile.

È il caso di app come Vuze, per esempio, che sono anche piuttosto popolari e utili, ma la lista sarebbe lunga e tediosa.

Come funziona


Unchecky si scarica e installa come qualsiasi altra app. Una volta attivato il software procederà a levare lo spunto di tutti i box di selezione che troviamo durante la fase di installazione di un’app e che hanno a che fare con il bundleware.

Probabilmente un utente medio è già sufficientemente smaliziato da sapere che non bisogna mai dire di sì ai fantastici “bonus” offerti dalle app, né installare nulla che non sia l’app stessa. Non si tratta di malware, in genere, ma questi elementi aggiuntivi non sono quasi mai desiderabili.

Unchecky diventa anche più utile se installato sul PC di qualche parente non proprio geniale come la proverbiale vecchia zia, che non sa ancora come evitare queste insidie (e il più delle volte neppure vuole imparare).

Per tutti gli altri utenti, forse l’idea migliore di tutte è abbandonare le app che sfruttano la tattica dei bundleware, perché ci sono quasi sempre delle opzioni alternative. Uno sviluppatore che si abbandona a queste tattiche non è degno di fiducia.

  • shares
  • +1
  • Mail